L’Essenza Pura della Vera Adorazione

Marco 16:1
Ora, trascorso il sabato, Maria Maddalena, Maria, madre di Giacomo, e Salome acquistarono degli aromi per andare ad imbalsamare Gesù. 2 La mattina del primo giorno della settimana, molto presto, vennero al sepolcro al levar del sole. 3 E dicevano fra di loro: «Chi ci rotolerà la pietra dall’entrata del sepolcro?».

Conoscere il nome glorioso di Gesù, in quanto nome dell’unico vero Dio, è e s t r e m a m e n t e meraviglioso; indicibile gioia produce in tutti quelli che abbiamo ricevuto, da lla sua grazia, questa grande rivelazione.

L'essenza pura
La sposa di Cristo anche in questo tempo, così
come allora, lo benedice incurante di qualsiasi pietra irremovibile, nella rassicurante certezza che Lui stesso la rotolerà!

Come conseguenza di ciò che ci viene rivelato, nasce all’interno di ogni uomo, privilegiato da questa grazia, una gratitudine immensa, capace di esprimere l’essenza pura della vera adorazione.

Essere veri adoratori, in tempi dove prevale l’inganno e la falsità, significa procurarsi l’eccellenza della vera vita cristiana, sincera, esclusiva, gelosa, ed esigente, consegnando cosi una offerta grata al nostro Salvatore.

Una donna trascende il tempo e perpetua il ricordo di lei, quando si postra in tal maniera per adorare il Signore: in Matteo 26:13 Gesù gradisce dicendo “Io vi dico in verità, che in tutto il mondo, dovunque sarà predicato questo evangelo, si racconterà anche ciò che costei ha fatto, in memoria di lei”.

La nostra vita quotidiana, in una società che deride la nostra fede, potrebbe non trovarsi nel posto ideale per sviluppare una vita di devozione, come ci ha richiesto nostro Signore. Grandi pietre pesanti, possono gravare su di noi causando Le donne sapevano della pesante pietra che chiudeva l’accesso alla tomba; però non si fermarono davanti ad un problema così reale ed apparentemente insormontabile per loro. apprensione e fermarci nello slancio iniziale di adorarlo, entrando nell’immensità di quello che egli è. Molti sono gli argomenti nella mente o le circostanze nella realtà che potrebbero impedirmi di riscoprire il vero adoratore in me ovvero di compiere la volontà del Signore su di me.

Pastore Antonio Ponce Direttore del Comitato Nazionale per la Musica
Pastore Antonio Ponce
servo della chiesa in Lodi Direttore del Comitato Nazionale di Lode ed Adorazione

Le donne di Marco 16:1-3 sapevano della pesante pietra che chiudeva l’accesso alla tomba; però non si fermarono davanti ad un problema così reale ed apparentemente insormontabile per loro. Esse hanno lasciato le loro case, percorso la distanza, acquistato le specie aromatiche e decise, si prepararono ad “ungere il Signore”, perché? Solo credendo che ci sarebbe stato qualcuno a prendersi cura di rimuovere la pesante pietra.

La chiesa che ha il nome del suo amato, vuole glorificarlo ed adorarlo nello spirito che conosce la sua verità.

La sposa di Cristo anche in questo tempo, così come allora, lo benedice incurante di qualsiasi pietra irremovibile, nella rassicurante certezza che Lui stesso la rotolerà!

Perché Egli muoverà tutte le avversità, e consentirà all’uomo adoratore di adempiere l’unico scopo per cui è stato creato: spontaneamente benedire, col cuore completamente conquistato, il glorioso nome
di Gesù.

Pastore Antonio Ponce

Please follow and like us:
error

INIZIA LA TUA GIORNATA IN VITTORIA!

Ascolta la Parola di Dio in un breve audio giornaliero sul tuo Smartphone

Più info

CONOSCERE CRISTO UNA LEZIONE ALLA VOLTA

Guarda il video corso biblico gratuito online

Guarda le video-Lezioni

DOVE SIAMO IN ITALIA

Scopri il centro della Chiesa Evangelica Apostolica nel Nome di Gesù più vicino a te

Cerca una chiesa